Big Data per le amministrazioni comunali

Il servizio ha origine nell’esigenza delle amministrazioni comunali di continuare a giocare, anche nei prossimi anni, un ruolo attivo nella promozione e diffusione dell’imprenditorialità e nella volontà di individuare forme di interazione e di collaborazione con le imprese. Questo sia con riferimento alla gestione amministrativa dei servizi che alle possibili e auspicabili iniziative finalizzate a migliorare l’attrattività del territorio e la capacità competitiva delle imprese.

Negli ultimi anni, il ruolo attivo nella promozione e diffusione dell’imprenditorialità si è concretizzato talvolta con il finanziamento diretto di diverse nuove imprese e talvolta rendendo disponibili alcuni servizi di natura informativa (sportello per le imprese) e formativa (percorsi di creazione di impresa, seminari tematici) con risultati generalmente soddisfacenti.

La persistente crisi economica spinge ancor di più le amministrazioni comunali a prevedere una serie di attività finalizzate a sostenere i processi di crescita economica del territorio. Con riferimento a quest’ultimo si rende necessaria una fase conoscitiva: essa ha l’obiettivo specifico di creare un sistema informativo capace di offrire una rappresentazione analitica del sistema produttivo comunale il più vicina possibile a quella reale, per poter pianificare azioni specifiche a sostegno delle imprese.

La natura del report

Il rapporto conoscitivo può essere aggiornato annualmente. Esso ha una natura esclusivamente rappresentativa e costituisce il risultato di una attività di ordinamento e di elaborazione statistica utile per il confronto con altre realtà locali, regionali o nazionali. Esso può fornire indicazioni mirate sull’adozione e l’impatto di interventi specifici che la stessa amministrazione intendesse promuovere a vantaggio del sistema produttivo locale. E’ costruito utilizzando come fonte statistica principale il Registro delle Imprese, la cui gestione è demandata dalla legge alle Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura. Attraverso il sistema delle camere di commercio vengono resi disponibili i dati relativi alla costituzione delle imprese, ai successivi atti modificativi e ai bilanci di esercizio, seppure limitatamente questi ultimi ad alcune tipologie. La scelta di utilizzare un solo archivio statistico risulta vantaggiosa perché garantisce la comparabilità dei dati nel tempo, anche se per converso in parte limita la varietà delle variabili disponibili.

La strutturazione del report

Il rapporto è strutturato in tre parti:

Prima parte

·        Nella prima parte i dati relativi alla densità imprenditoriale (imprese in rapporto alla popolazione comunale) vengono confrontati con quelli relativi agli altri Comuni dell’Area e con quelli settoriali (attuali e storici) relativi alla Regione e alla Provincia.

Seconda parte

·        La seconda parte è costituita dalle “Tavole settoriali” con la rappresentazione, per ciascun settore di attività economica, del confronto della densità settoriale con la Provincia e la Regione, delle forme giuridiche imprenditoriali, degli addetti, dell’anzianità delle imprese e del trend relativo alla loro crescita numerica.

Terza parte

·        La terza e ultima parte è costituita dala Data Base delle imprese suddivise per settore di attività economica prevalente

La rappresentazione in tavole dell’oggetto di indagine garantisce una facile accessibilità ai dati e la leggibilità immediata delle situazioni generali e settoriali che caratterizzano il sistema produttivo comunale.

I settori rappresentati sono i seguenti:

•      Agricoltura, silvicoltura pesca

•      Attività manifatturiere

•      Fornitura di acqua; reti fognarie, attività di gestione d

•      Costruzioni

•      Commercio all’ingrosso e al dettaglio;

•      Trasporto e magazzinaggio

•      Attività dei servizi di alloggio e di ristorazione

•      Servizi di informazione e comunicazione

•      Attività finanziarie e assicurative

•      Attività immobiliari

•      Attività professionali, scientifiche e tecniche

•      Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese

•      Istruzione

•      Sanità e assistenza sociale

•      Attività artistiche, sportive, di intrattenimento ecc.

•      Altre attività di servizi

Il risultato finale è un report di circa 40 tavole in grado di fornire all’amministratore. in pochi minuti ed efficacemente, una rappresentazione essenziale della struttura produttiva comunale, sia rispetto al territorio che ai diversi settori produttivi.

Un altra caratteristica rilevante di questa metodologia è inoltre la sua economicità. Essa consente di creare un sistema informativo con un onere quantificabile in pochi euro per unità produttiva.

Alcune tavole esemplificative riferite al Comune di Selargius