Descrizione Il Fondo offre alle imprese la possibilità di beneficiare di un prestito a condizioni di mercato per la realizzazione di progetti di sviluppo, non completati o realizzati alla data di presentazione della domanda o, nel caso di operazioni cofinanziate con risorse europee (SIE), alla data di emissione del provvedimento di autorizzazione all’intervento del Fondo.
Soggetti Beneficiari Imprese regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle imprese che operano nel pieno e libero esercizio dei propri diritti e nel rispetto delle vigenti norme edilizie ed urbanistiche, del lavoro, sulla prevenzione degli infortuni e sulla salvaguardia dell’ambiente, anche con riferimento agli obblighi contributivi (INPS, INAIL, ecc.), che intendono realizzare un Progetto di Sviluppo nell’ambito di una unità produttiva ubicata in Sardegna.
Settori ammissibili Progetti di Sviluppo devono svolgere attività nei settori per i quali sussistano le condizioni di coerenza con uno degli obiettivi specifici del PRS 2014-2019 e con una o più azioni del POR FESR 2014-2020..
Tipologie di intervento I Progetti di Sviluppo dovranno avere ad oggetto almeno una fra le seguenti tipologie di intervento:

1.   la creazione di una nuova azienda;

2.   la creazione di una nuova unità produttiva;

3.   l’ampliamento della capacità di un’unità produttiva esistente;

4.   la diversificazione di un’unità produttiva esistente;

5.   la ristrutturazione di un’unità produttiva esistente;

6.   la realizzazione di nuovi investimenti materiali;

7.  l’acquisizione di un’unità produttiva esistente che sarebbe stata chiusa in assenza dell’acquisizione,

8.   la realizzazione di interventi di reindustrializzazione aventi ad oggetto il riutilizzo di immobili in disuso, e/o dismessi, e/o in corso di dismissione da oltre due anni

9.  la realizzazione di interventi di riattivazione, per lo svolgimento di un’attività uguale o funzionalmente analoga/complementare a quella svolta precedentemente, di un’azienda e/o di un ramo d’azienda  del quale sia stato accertato un permanente stato di inattività per almeno un anno precedente alla data di presentazione della domanda, oppure di proprietà di società sottoposta a procedura concorsuale o che sia stata posta in liquidazione o che sia oggetto di procedura esecutiva immobiliare.

Soglie spese ammissibili Minimo 100.000 – massimo euro 10.000.000

.  Per gli interventi eccedenti la soglia di euro 2.500.000,00, si accede previa presentazione all’Amministrazione regionale di una manifestazione di interesse.

Forme di finanziamento I prestiti sono erogati a condizioni di mercato e sono riconducibili alle seguenti forme tecniche:

1.   Leasing finanziario immobiliare (durata max 20 anni compresa prelocazione  max di 36 mesi)

2.   Sale and lease-back finanziario immobiliare (durata max 20 anni)

3.   Leasing finanziario d’azienda (durata max 20 anni per fabbricati e 10 per impianti)

4.   Mutuo ipotecario (max 75% del valore ; durata max 15 anni; preammortamento max 36 mesi).

Le spese di istruttoria polizza assicurativa, oneri notarili e imposte sono a carico del proponente.  Preliminarmente all’attuazione dell’operazione (acquisto e contestuale concessione in leasing o mutuo ipotecario) da parte del Soggetto Gestore, deve essere acquisita una perizia di stima, redatta da tecnico selezionato dal Soggetto Gestore, con oneri a carico del Soggetto proponente.

Condizioni e Tassi applicati Lo strumento prevede l’applicazione di un tasso fisso, determinato assumendo come parametro base di riferimento il tasso EURIRS, vigente alla data di sottoscrizione del contratto di finanziamento.

I prestiti sono assistiti da garanzie reali e/o personali in funzione dell’entità e del grado di rischio complessivo delle operazioni.

Dotazione finanziaria € 84.961.105. Tale dotazione potrà essere integrata da ulteriori risorse resesi nel frattempo disponibili.
Scadenza Le richieste di accesso al Fondo possono essere presentate fino al 31/12/2023.
Modalità di partecipazione Le richieste di ammissione al finanziamento devono essere predisposte esclusivamente in modalità telematica utilizzando la modulistica disponibile sui siti internet della Regione Sardegna (www.regione.sardegna.it) e del Soggetto gestore (www.sfirs.it) e inviate attraverso la piattaforma informatica Sipes.
Informazioni Dott. Ignazio Marongiu

348.2625900